Ristrutturazione tetto in legno

I segnali che indicano la necessità di un intervento su un tetto in legno e che bisogna interpretare sono vari e più o meno evidenti a seconda dei casi.
In presenza di un sottotetto non abitabile e di un manto di copertura non a vista, è sicuramente più difficile saper leggere tali segnali e agire in tempo prima che i danni si aggravino.
Per questo motivo è raccomandabile ogni tanto un sopralluogo nel sottotetto in maniera tale da verificare lo stato di conservazione della struttura e del manto di copertura.

Un segnale inequivocabile del cattivo stato di conservazione della struttura di un tetto in legno sono le falde imbarcate, conseguenza di un grave indebolimento delle travi di sostegno e riconoscibile anche dall’esterno dell’edificio.
Un altro indizio è l’alterazione superficiale del colore o un deterioramento localizzato negli elementi lignei, dovuto possibilmente a funghi xilofagi o insetti.

Se esternamente al muro è presente una macchia continua di umidità in corrispondenza della canna fumaria, sicuramente vi saranno infiltrazioni dal comignolo, le quali potrebbero instaurare dei processi di indebolimento e marcescenza.

Quali documenti sono necessari per il rifacimento del tetto in legno?

 tetto2Con l’introduzione dei nuovi moduli unificati di comunicazione inizio lavori, per la manutenzione del tetto e tutti i lavori in cui non è previsto modificare la struttura, come la sostituzione del solo manto di copertura, dello strato impermeabilizzante o dei travetti, basta una CILA asseverata da un tecnico.

In questo specifico intervento, dovendo sostituire integralmente la struttura in legno, è stata necessaria una SCIA, ossia una segnalazione certificata d inizio attività corredata di una relazione tecnica redatta da uno strutturista con indicati gli opportuni dimensionamenti